giovedì 30 luglio 2020

[EDICOLA] Topolino Writers Edition - Guido Martina






Con mia somma sorpresa, oggi ho trovato in edicola, oltre al Manuale delle Giovani Marmotte 4 per cui mi ero recato (ne parleremo a brevissimo!),  anche il nuovo Topolino Writers Editions (Speciale Disney 88, 288 pagine, 7.90€) dedicato a Guido Martina!

Si tratta del secondo volume dedicato agli sceneggiatori storici del Topo (il primo è stato Giorgio Pezzin). 
E, badate bene, "storico" non è stato usato a caso! Infatti se oggi esistono i Disney italiani, lo dobbiamo proprio al prolificissimo sceneggiatore (ma anche traduttore ed autore di articoli nei primi anni di vita del libretto... praticamente un factotum!) piemontese, il vero Big Bang da cui ha avuto origine tutto: dalle Grandi Parodie a Paperinik, senza dimenticare il decisivo apporto della creazione di Topolinia, la città dei topi (contraltare della Paperopoli creata da Barks che, per gli autori stranieri, è tuttora la città in cui vivono anche Topolino e amici!)

La selezione delle storie:

In apertura una prefazione del direttore Alex Bertani, mentre in chiusura troviamo una post-fazione di Carlo Chendi, altro nume tutelare dei Disney Italiani e che ha curato la scelta delle storie dell'albo.

Certo, l'esclusione di almeno uno dei grandi capolavori di Martina (una su tutte "Topolino e il doppio mistero di Macchia Nera") e, soprattutto, di un'avventura col Diabolico Vendicatore lascia un po' di amaro in bocca, ma la selezione è comunque notevole e copre anche quasi tutti i maggiori disegnatori con cui il Professore ha collaborato (su due zampe direi che mancano i soli Massimo De Vita e Giorgio Cavazzano)

E voi, prenderete questo volume? Che ne pensate dell'indice? Fatemi sapere la vostra nei commenti!

4 commenti:

  1. Sai che io non sono un Martiniano? Oh, ovviamente non nego il suo valore, parliamo di una leggenda del fumetto Disney..sceneggiature sempre di elevato livello per quel che riguarda la scrittura. Però sono più affezionato al fumetto anni '80, meno ispido e con personaggi più favoleschi (anche se comunque ficcanti nelle loro parodie sociali).
    Da fan dello spaghetti western, comunque adoro il personaggio di Topolino Kid..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per me invece manca un autore con la sua satira sociale mista alla comicità tipica da commedia dell'arte. Tra l'altro un autore prolificissimo: secondo testimonianze riusciva a battere a macchina 10 pagine di sceneggiatura in 1 ora!

      Purtroppo a partire dagli anni '80 è stato sempre più snobbato e "sabotato" (continuavano a comprare le sue sceneggiature, ma solo poche vedevano la luce) perché non più "politicamente corrette". Un'altra vittima sull'altare dei tempi moderni :(

      Elimina
    2. Pensa che differenza...
      le sue sceneggiature non erano politicamente corrette negli anni '80..oggi le storie degli anni '80-primi '90 verrebbero censurate :D

      Elimina
    3. io lo trovo ironico! Purtroppo però ad andarci di mezzo siamo solamente noi lettori!

      Elimina